Deprecated: iconv_set_encoding(): Use of iconv.internal_encoding is deprecated in /home/sergiope/public_html/libraries/joomla/string/string.php on line 28

Deprecated: iconv_set_encoding(): Use of iconv.input_encoding is deprecated in /home/sergiope/public_html/libraries/joomla/string/string.php on line 29

Deprecated: iconv_set_encoding(): Use of iconv.output_encoding is deprecated in /home/sergiope/public_html/libraries/joomla/string/string.php on line 30

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /home/sergiope/public_html/libraries/joomla/string/string.php:28) in /home/sergiope/public_html/plugins/system/languagefilter/languagefilter.php on line 97
Pellissier: "Contro la Roma possiamo fare bene o possiamo fare una brutta figura"

Sergio Pellissier - official site


Deprecated: Non-static method JSite::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /home/sergiope/public_html/templates/gk_magazine/lib/framework/helper.layout.php on line 156

Deprecated: Non-static method JApplication::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /home/sergiope/public_html/includes/application.php on line 536

Pellissier: "Contro la Roma possiamo fare bene o possiamo fare una brutta figura"

Non è un bel momento nè per il Chievo, nè tanto meno per il capitano Pellissier. Con Corini si sapeva che per lui sarebbe stato difficile, ma forse nessuno immaginava che sarebbe stato cosi difficile.
Alla vigilia della delicata sfida contro la forte Roma ecco l'intervista al capitano...

Inizio difficile per il Chievo, con i soli quattro punti in classifica...
Purtroppo questo è un dato di fatto. E' anche vero che non siamo gli unici ad essere in difficoltà, ci sono tante squadre che stanno facendo fatica ad ingranare, anche se questo non deve assolutamente farci essere sereni, ma quanto meno ci da la possibilità di poter uscire da questo momento non positivo con un pò più di tranquillità.
Un inizio difficile anche per te sopratutto perchè hai avuto pochissime chances, seppur in amichevole le tue dimostrazioni le dai eccome! 
Uno deve farsi sempre trovare pronto nell'eventualità che il mister ti chiami in causa è per questo che continuo ad allenarmi e prepararmi al meglio anche per essere cercare di avere sempre la mentalità giusta da mettere in campo qualora venissi chiamato per dare anche il mio contributo.
Con Corini in panchina si sapeva che il tuo nome si sarebbe visto poche volte nelle formazioni ufficiali ma pensavi di potertela quanto meno giocare? 
Più che pensavo, speravo. Purtroppo fino a questo momento non è andata cosi ma mi auguro che possa arrivare presto e soprattutto spero che in quel momento riesca a dare il meglio di me anche perchè non è sempre facile essere pronto, quando vieni chiamato, c'è bisogno anche di un pò di fortuna. Come stai gestendo questo nuovo ruolo da "panchinaro"?
Non è semplice perchè vorrei essere lì ad aiutare i miei compagni. A dare il mio contributo. A soffrire, gioire in campo. Per me è una cosa nuova e sicuramente questo nuovo "ruolo" non mi piace. Fatico ad essere in panchina, ma il mio mestiere è quello di dover anche accettare le scelte del mister e farmi trovare pronto. Arriverà anche il mio momento.
Torniamo al Chievo, adesso vi attende una gara contro la lanciatissima Roma... 
Affronteremo una squadra arrabbiata visto come è andata a finire con la Juventus. Una squadra che vorrà sicuramente rifarsi. Sarà una gara particolare visto che loro sono in un ottimo momento. Sono quelle gare dove sai che potresti fare bene ma anche fare una brutta figura.
Se tu rappresenti la bandiera del Chievo, Totti lo è senza dubbio della Roma. Un giocatore ancora in perfetta forma e che fa ancora la differenza...
Lui è l'esempio e la dimostrazione che l'età non conta così come non conta dover correre per tutti i 90 minuti dietro ad un pallone. Conta esserci, farsi trovare pronto. Lui quando gioca fa sempre la differenza e penso a 38 anni sia il più forte giocatore che abbiamo in Italia. Francesco Totti è la dimostrazione che si può fare la differenza sempre.
Moviola in campo. Dopo Juve-Roma, tutti dicono la loro.Tu al proposito che idea hai?
Non è un discorso semplice, perchè secondo me alla fine ci saranno sempre dei battibecchi soprattutto su quei episodi dubbi. 
Che ne pensi della nuova nazionale targata Antonio Conte?
Innanzitutto vince e questo è la cosa più importante. Poi se giochi male o bene non deve essere primario. Ciò che conta è portare il risultato a casa. Poi ha la caratteristica che non molla mai. E' una squadra che ha carattere come il suo allenatore. E Conte, nel trasmettere questo alla squadra penso sia il migliore. E' anche importante che ci siano giocatori che abbiano veramente voglia di indossare quella maglia, quest'aspetto credo che in passato sia un pò mancato.